mercoledì 12 settembre 2012

AYURVEDA IN GRAVIDANZA






Durante tutto il periodo della gravidanza, la gestante deve dedicare una parte della giornata alla cura del proprio benessere psicofisico per preservare uno stato di salute ideale.
Grazie al Trattamento Abyangam in gravidanza eseguito professionalmente, la futura mamma ritrova un rigenerato benessere generale, sia a livello fisico che psichico.
La madre felice, fisicamente ed emotivamente forte, è in grado di provvedere alle cure necessarie al bambino prima e dopo la nascita.
I benefici fisici, inoltre, comprendono la riduzione dello stress ormonale e di quello fisico legato alla trasformazione del corpo della donna durante la gestazione.
L'importanza di contrastare lo stress durante la gravidanza in modo naturale è ormai unanime-mente riconosciuta; lo stress induce rigidità muscolare che a sua volta è in grado di irrigidire le pareti uterine rendendo le gravidanze spesso problematiche (ad esempio ciò può essere causa di nascite premature).
Esso può prevenire, tra l’altro, le smagliature derivanti dalla distensione della pelle, migliorando la sua elasticità attraverso una stimolazione della circolazione sanguigna.
D'altro canto, il peso della pancia contrasta il ritorno venoso creando gonfiore e pesantezza agli arti inferiori col rischio di provocare problemi circolatori, in particolare, vene varicose.
Sempre il peso della pancia provoca un aumento dell'iperlordosi lombare favorendo potenzialmente dolori alla schiena per movimenti inopportuni (nonostante l'aumentata elasticità articolare che si ha in gravidanza, grazie a un meccanismo ormonale che ha il fine di agevolare il parto) e parti difficili. Nella zona addominale, la pelle sottoposta a un grosso stiramento rischia di causare smagliature se non ben elasticizzata.
In oltre in questa occasione risulta fondamentale una corretta respirazione, sia per il benessere psico-fisico generale sia per l'allenamento del muscolo diaframma, "motore" del parto.
Infine, la grossa trasformazione corporea che la donna incontra durante la gravidanza può comportare dispercezione corporea con conseguente disorientamento psico-fisico.
Il massaggio in gravidanza, adeguatamente eseguito, risulta il mezzo più efficace e naturale per prevenire e risolvere tutte queste problematiche.
In conclusione, è fortemente consigliabile eseguire massaggi in gravidanza durante tutto tale periodo e possibilmente anche dopo, al fine di agevolare il processo di normalizzazione dell'intero organismo della "neo mamma".
Il Trattamento  Ayurvedico della donna in gravidanza viene praticato generalmente da un operatore o dal futuro padre, in una dimensione di attenzione e di cura, dove si crea un amorevole momento di condivisione per la coppia e un profondo,  premuroso contatto con il nascituro.
L'Ayurveda consiglia il massaggio, durante la gestazione e dopo il 4° mese, per migliorare il respiro, indurre serenità e rilassamento e aiutare a liberare eventuali blocchi emotivi.
Il massaggio prenatale differisce dal massaggio tradizionale, sia per la posizione della donna che dovrà essere supina o su un fianco per non influenzare negativamente la posizione del feto nell’utero e sia per una serie di accortezze mirate a tutelare la salute della madre e del bambino.